Ölretreat

Retreat sui sentimenti e rituale dell'olio

(seminario in tedesco con traduzione in italiano)

 

 

 

Un sogno antico: la nostalgia dell'unione

 

 

 

Essere in collegamento con me stesso significa sentire.

 

Superare la paura della paura e degli altri sentimenti cosiddetti “negativi”, per esempio la rabbia, è una parte importante del lavoro che faremo durante questa settimana. Entreremo in contatto con le energie luminose e le ombre dei nostri sentimenti basilari. Così scopriremo quanto percepire completamente l'energia dei sentimenti possa significare per la nostra vitalità. Con questa unione profonda con noi stessi sarà facile entrare in contatto con gli altri.

 

Così la nostra presenza diventa autentica e attiriamo naturalmente nella nostra vita persone con cui è possibile uno scambio attento, vivo e pieno di amore.

 

Dando espressione ai nostri sentimenti assumiamo la responsabilità per le nostre relazioni. Ci confrontiamo con i nostri demoni più profondi e i temi “sentirsi in colpa” o “dare agli altri la colpa della nostra infelicità” possono trovare una risoluzione.

 

Unione significa anche essere in contatto con il gruppo sul piano corporeo.

 

Contatti delicati e abbracci sensuali ci toccano profondamente. Il corpo sussulta quando tocchiamo la pelle dell'altro. Un abbraccio amorevole e reciproco crea un sentimento di sicurezza e accettazione.

 

Il momento centrale della settimana sarà il vero e proprio rituale dell'olio, in cui ti unisci al gruppo in uno spazio caldo e buio. In una calma magica vieni bagnato con olio tiepido. Quindi inizi a muoverti, il tempo sembra fermarsi e tu entri in stati di coscienza sempre più intensi. Le tue barriere esterne si sciolgono e puoi sperimentare “l'unità con il Tutto”.

data da stabilire

Costi

 

Retreat:

per iscrizioni fino al 31 agosto da 350 a 410 Euro (secondo le proprie disponibilità)

dopo il 31 agosto da 390 a 410 Euro

 

Alloggio:

da 15 Euro a notte/persona (in stanza doppia o con più persone)

 

Cibo:

il costo della spesa verrà diviso, bambini e ragazzi pagano la metà

Facilitatori:

Anne-Kathrin Schäfer & Maurice Kahn